Apprendimento

Un essere umano è, per sua natura, in movimento.

Può amare la stabilità, ad esempio quella lavorativa. Può essere resistente al cambiamento, in modo sano o patologico, ma in fin dei conti, finché è vivo, si sta muovendo. Sta andando in una direzione specifica. Ha ancora qualcosa da ricevere, e da dare.

La quintessenza di questo processo è l’apprendimento. Fino all’ultimo respiro, si va avanti. Si accumula, si elabora. E questo è inevitabile.

L’obiettivo, immagino, è quello di farlo bene.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *